#rEstateagliAngeli 2020

A mano a mano che i decreti ministeriali e le direttive Regionali e Comunali cominciavano a far anche solo immaginare la possibilità di ricominciare a “fare spettacolo”, ci siamo attivati per riuscirci. Dovevamo riuscirci.

Il Teatro degli Angeli, la nostra Associazione, noi… Siamo fatti per questo. Diffondere cultura, con lo spettacolo, col teatro, la danza, la musica, la poesia, il cabaret…

Già cinque anni alle spalle di attività in un luogo meraviglioso come l’Oratorio Santa Croce, diventato, grazie ad un patto di collaborazione col Quartiere Savena,  il Teatro degli Angeli. Anni di lavoro, di determinazioni, di tenacia, di spese, di fatica, ma di soddisfazioni immense. Poi la novità: “Bisogna mantenere le distanze. Possiamo avere solo meno della metà degli spettatori”. La nostra risposta, è stata: “Bene, faremo più del doppio degli spettacoli”.

Ma non è stato e non sarà così semplice.

A tutte le repliche di “Raccontami di Bologna” si affiancherà la messa in scena degli spettacoli che erano stati annullati in primavera.


3 luglio SE È VERO VAI A SAN LUCA A PIEDI


(Tutto è nato a Bologna…)
Di e con Eugenio Bortolini Gabriele Baldoni.
Uno spettacolo strampalato che, tra verità assurde e balle certificate ribalta, tutte le credenze (e anche altri mobili) legate a personaggi famosi e miti del passato. Il professor Rambaldo Leporello e il suo fedele Assistente Faldoni prendono per mano lo spettatore (speriamo più di uno…) e lo conducono in una girandola di nuove rivelazioni. In una rivoluzionaria, innovativa e divertentissima lezione/spettacolo scopriremo impensabili origini petroniane. Sapevate che Batman ha abitato in Via dei Ranocchi al 3?


4 luglio FATTI ASSURDI AVVENGONO IN QUESTO MONDO


Tratto da “I racconti di Pietroburgo” di Nicolaj Vasil’evic Gogol
con Alessia De Pasquale Filippo Marchi. Musica live di Riccardo Gallerani.
Atmosfere, personaggi e tematiche care a Gogol (1809-1852), con particolare attenzione ai racconti “La Prospettiva”, “Il naso” e “Il cappotto”. Pietra miliare dell’opera del “padre della letteratura russa”, i “Racconti di Pietroburgo” chiudono il filone classicheggiante e poetico, dando il via alla stagione del “realismo letterario”. “Siamo tutti usciti dal cappotto di Gogol’”, scriveva Feodor Dostoevskij riferendosi all’omonimo racconto…


9 luglio ANKAA


Marianne Gubri
, Celtic and Modern Harps.
La prima musica ispiratrice è quella che nasce nella natura: tra le onde del mare, tra lo sgorgare di una fonte primaverile e nel cinguettio di un sottobosco… Dal silenzio emergono le prime note di un’arpa celtica che evoca scenari medievali, dove un sentiero si inoltra nella nebbia per giungere alle proprie radici. Il passo accelera sotto il ritmo di una danza improvvisata e trascina con sé l’ascoltatore alla ricerca di uno stato più dinamico. Gli arpeggi impressionisti e i ritmi contemporanei enfatizzano l’intensità e la profondità dell’arpa moderna, invitando ad un sogno tra bellezza e poesia. 12 brani composti su ogni nota musicale, per entrare in risonanza più intima e meditativa con ogni essere. Quattro momenti che evocano le stagioni e gli elementi, per alternare le energie della giornata, per innalzare la concentrazione, la creatività, la sensibilità e la calma


11 luglio GENITORI PERFETTI


con Ettore Nicoletti Mara Di Maio. Regia di Paul Miller
Liberamente tratto da “Home Free!” di Lanford Wilson
Qual è il prezzo da pagare per mantenere le illusioni e vivere in un mondo immaginario? Quali sono le conseguenze di una educazione sbagliata?
Le regole del mondo di Giovanna e Lorenzo, fratelli, amanti, figli e genitori sono tutte sottosopra; il loro rapporto è costruito su giochi infantili, illusioni e amore morboso. La loro vita sostenuta dallo scandire di rituali e dalla compagnia di due amici immaginari. Una storia in grado di immergere gli spettatori negli abissi profondi dei rapporti umani, in grado di delineare con ironia e intensità le fatali conseguenze di due futuri genitori tutt’altro che perfetti. Il progetto Genitori Perfetti nasce dall’incontro fra gli attori italiani, Mara Di Maio, Ettore Nicoletti e il regista e attore inglese Henry Paul Miller. Culture e Nazioni diverse trovano casa sotto un linguaggio comune affrontando temi universali con la voglia di spingere il teatro verso riflessioni di valenza sociale, umana ed educativa.


16 luglio AGHI, SATANASSI E GALLINE


Straordinario concerto della Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore Roberto Cascio – arciliuto e concertazione, Antonio Lorenzoni – flauti, Daniele Salvatore – flauti, Marco Muzzati – percussioni
La Cappella Musicale è una realtà ben nota che, con il suo lavoro di ricerca e di restauro, intende dare il suo contributo alla riscoperta del patrimonio storico musicale italiano con approfonditi studi e ricerche sui grandi autori già conosciuti, ma anche con la valorizzazione dei cosiddetti “autori minori” che sarebbe invece certamente meglio fare confluire nella più accogliente definizione di “non noti”.


18 luglio INSOLITO TRIO, MUSICHE DI TRAVERSO


Claudia Testa
, violoncello, Gianluca Caselli, armonica cromatica e accordi, Gianandrea Pasquinelli, armonica diatonica, cromatica e accordi, Pierluigi Caputo, Framedrums e percussioni.
Musiche di Traverso, un viaggio musicale dalla Musica Mediterranea al Sud America attraverso una linea parallela e spezzettata che tocca luoghi e musiche apparentemente diverse ma legate da un unico fil rouge ….il Ballo.


23 luglio BOLOGNA RIDE… PER SEMPRE!


Con Eraldo Turra Stefano Bertonazzi alle tastiere
Le belle cose non stancano mai! Un altro straordinario capitolo di ricordi noti e inediti della comicità di una Bologna colta e gaudente, della quale forse si sono perdute le tracce… Aneddoti, canzoni, emozioni e vere “chicche” di una stagione irripetibile che ha fatto ridere a crepapelle un’intera città. Storie di comici diventati famosi e di personaggi esistiti “sul serio” anche se sembrano usciti dalla penna e dalle illustrazioni di un umorista pazzo.


25 luglio ANDARE PER L’ITALIA ARABA


di e con Alessandro Vanoli
Incursioni poetico-musicali di Gabriele Baldoni
La Penisola reca, tracce profonde del suo rapporto col mondo musulmano (tanto arabo quanto turco), tracce perlopiù nascoste: la nostra ricerca comincerà da Palermo, per poi proseguire nelle terre di Campania, Puglia e Sicilia e arrivare sino a Venezia, la porta d’Oriente. Ci imbatteremo in una ricchissima “mescolanza mediterranea” – fatta di uomini, donne, viaggiatori, mercanti, ma anche di oggetti, spezie, cibi, gioielli, tessuti, libri, racconti, lingue, idee – che ha contribuito a forgiare eredità e tradizioni italiane. Un viaggio quasi millenario che non trascura la presenza odierna.


30 luglio FOUR SEASONS TRIO


Sara d’Angelo 
(voce), Luca Cremonini (chitarre), Pedro Judkowski (contrabbasso)
Lo stile è un po’ retrò, con radici nel jazz, nella bossa nova, nella canzone d’autore italiana. La formula del Four Seasons Trio è capace di unire la qualità artistica con il divertimento di chi ascolta, riuscendo ad incantare anche il pubblico meno incline ai generi di riferimento. Lo spettacolo è incentrato sugli apprezzatissimi brani originali del Four Seasons Trio, intervallati da alcune cover d’autore. Un perfetto equilibrio tra ironia ed eleganza.


1 agosto OVE SI PARLA D’AMORE E MORTE


Gabriele Baldoni
, voce, chitarre – Umberto Cavalli, fisarmonica, ghironda, clarino. Danza Daniza Vigarani.
Una raccolta di canzoni e poesie che hanno come tema centrale l’amore e la morte. Cantautori molto famosi e altri, sempre grandi, solo meno noti. Poeti celebrati e conosciuti (male) sui banchi di scuola insieme ad altri forse mai sentiti. Canzoni e poesie che ci risuonano spesso nella mente insieme a musiche e versi sconosciuti. Ecco “Ove si parla d’amore e morte”, uno spettacolo intenso, evocativo, emozionante. Un’atmosfera non greve o inquietante, ma lucida, sdrammatizzante e serena.


6 agosto DUILIO PIZZOCCHI SCIO’!


di e con Duilio Pizzocchi
Come a Zelig e a Colorado Café, l’imbianchino ferrarese Duilio Pizzocchi, ormai di casa al Teatro degli Angeli, propone le piccole e grandi (soprattutto grandi) magagne del suo vivere quotidiano a Mezzacapra, un paese alla foce del Po, che non lo capisce spesso e accanto ad una moglie che non lo capisce mai. Evasione? Rivalsa? Rassegnazione? Forse, ma le cose si complicano visto che allo show parteciperanno anche un hippy obsoleto che vanta di essersi “fatto” da solo e varie altre figure sinistre…


8 agosto VININPROSA

con Emanuela Rolla
È una degustazione teatrale di vini dove gli spettato risaranno accompagnati dall’interpretazione dell’attrice e regista Emanuela Rolla che insieme a Luca Maschi ha curato il testo e la regia della messa in scena. Il pubblico assaggerà dei vini assistendo a performance dal vivo, diverse per ogni calice servito. Profumi e sfumature delle realtà vinicole verranno esaltate attraverso un’interpretazione elegante, a volte grottesca o ironica, altre volte onirica. Prenderanno dunque vite di donne, contadini, divinità, così come prende corpo il vino stesso. Lo spettacolo teatrale è dunque un percorso multisensoriale, dove al gusto e all’olfatto si associano vista e udito, con la creazione di un vero e proprio viaggio emozionale. L’unione tra uomo e natura si completa grazie all’arte e al gusto.


13 agosto THAT’S AMERICA!


Viaggio letterario nel Nuovo Mondo accompagnato dalle canzoni di Gershwin. Con l’attore Dario Turrini, la cantante newyorkese Kristen Mastronardo accompagnata al piano da Matteo Matteuzzi.


15 agosto SPOMÈTI, IL MIO AMICO DINO SARTI


Produzione Centro Foscherara – Bologna
con Andrea AlbertazziCristina MattaPierluigi FoschiSante SerraGiancarlo GregoriRomano Trerè. Regia Romano Trerè.
Un brillante carosello durante il quale porteremo indietro le lancette del tempo e rivivremo aneddoti, canzoni e poesie nel ricordo dell’ultimo chansonnier bolognese e dei suoi indimenticabili successi. Dino Sarti: artista talentuoso che mai dimenticò le proprie origini.


20 agosto LA STIRPE DEI RUGGERI


con i Gemelli Ruggeri (Eraldo Turra Luciano Manzalini).
Una vera e propria lezione di cabaret, di quello “vero”, fatto di gag esilaranti, di tempi comici perfetti, di continue sorprese. La carriera dei Gemelli Ruggeri si è snodata tra innumerevoli lavori in televisione, teatro e cinema. Grande attesa per questo spettacolo costruito sulla loro tipica comicità surreale. “La Stirpe dei Ruggeri”è un percorso nella follia dei gemelli monocotiledoni, monozigoti, monoovulari, bicellulari (insomma quelli identici), però i più diversi del mondo conosciuto, dove la comicità ha ritmi musicali e la musica ritmi comici. Non è dato sapere se questo mondo sarebbe stato meglio o peggio senza di loro certo però che, senza, sarebbe stato molto meno divertente.


22 agosto MA CHI CE L’HA FATTO FARE?

Con Marco Dondarini Davide Dalfiume sembrano perdere la bussola tra equivoci e fraintendimenti reciproci, ma poi riescono a impadronirsi del timone e come due capitani di lungo corso fanno navigare il pubblico in un mare di risate. Una comicità che e’ il punto d’incontro di percorsi e stili differenti che si intrecciano e si scontrano continuamente dando origine a un’inaspettata alchimia. In questo spettacolo cercheranno di dare una risposta alla domanda: “Chi ce l’ha fatto fare?”


23 agosto ARIANNA PORCELLI SAFONOV Riding tristocomico

di e con Arianna Porcelli Safonov
Il reading show di Arianna Porcelli Safonov è “Rìding Tristocomico”. Perché? Fa ridere, ma con quel fondo di smascheramento sociale che risveglia il pensiero critico. E’ un format che propone la defibrillazione mentale attraverso il sorriso intelligente. Nei suoi monologhi satirici, la scaletta è in continua evoluzione. Un Rìding non è mai uguale all’altro, i pezzi classici viaggiano accanto alle nuove produzioni. Ciò che non cambia è il tema: una collezione di provocazioni e riflessioni sui dettami della vita contemporanea spacciati per ultime tendenze. La comicità come pensiero critico, la creatività come indagine sociale, l’osservazione profonda di costumi contemporanei sono la cifra di Arianna Porcelli Safonov. Il suo sguardo lucido e ironico suscita piccoli focolai di sommossa intellettuale in una risata. La reazione provocata dai suoi monologhi tristocomici è inaspettata: è uno schiaffo, un sintomo di purificazione dalle finzioni dell’oggi.


27 agosto BLEEKER STREET IN CONCERTO


Elio Pugliese
, chitarra folk, fisarmonica e voce – Frida Forlani, voce e percussioni – Chiara Trapanese, voce – Daniele Gozzi, contrabbasso.
I Bleeker Street ripercorrono alcune tappe del folk inglese e americano degli anni Cinquanta e Sessanta nelle sue intersezioni con il rhythm & blues, il gospel e il rock ‘n’ roll delle origini. Le tre voci dei cantanti si intrecciano in elaborati giochi che si rifanno al versante del folk anglosassone come a quello della musica afroamericana.


29 agosto RITUALI DI FAMIGLIA – THÉ CON DELITTO


Con Laura GirottiClelia MartelliniAlessandro RodaRoberta MartelliCarla Chiappino. Luci e audio: Valeria Gallio. Regia e testi di Laura Girotti In casa Malvezzi, ogni domenica è una giornata da passare in spensieratezza coi proprio cari, compiendo quei piccoli rituali di famiglia tanto importanti per la signora Teresa Malvezzi. Ma cosa accadrebbe se un imprevisto spezzasse questa consuetudine? Siete tutti invitati a partecipare, a sorseggiare una tazza di thè, ma state pronti, poiché l’imprevisto è dietro l’angolo! Non è tutto oro ciò che luccica… Chi, tra gli spettatori, riuscirà a sciogliere l’enigma?


Teatro degli Angeli – Via Massa Carrara, 3 Bologna

📩 info@teatrodegliangeli.it